Friday 24th of November 2017

Home Paulinho lancia il Livorno
Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paulinho lancia il Livorno PDF Stampa E-mail
Scritto da Giemme   
Martedì 17 Settembre 2013 19:07

Livorno - Splendido successo per 2-0 contro il Catania di Maran per un Livorno grintoso, volitivo alla seconda vittoria consecutiva dopo il 4-1 di Reggio Emilia ai danni del Sassuolo. 
Partita fondamentale per il cammino dei ragazzi di Nicola perché dopo un avversario troppo forte (Roma) al debutto in campionato ed uno forse troppo debole (Sassuolo) prima della sosta, stavolta gli ospiti etnei rappresentano un vero banco di prova per capire quanto questo Livorno può valere e dove può arrivare. Se al secondo quesito è difficile al momento dar risposta, appare evidente invece come la squadra amaranto, affidandosi alle propria fame di successo possa giocarsela alla pari con tutte le squadre escluse chiaramente le milanesi, le romane, Juve, Napoli e Fiorentina.
Cielo nuvoloso, minaccia di pioggia e pubblico ridotto ad un migliaio di paganti con l'incessante supporto però dei 7000 abbonati per un Livorno-Catania dal difficile pronostico. La squadra ospite del presidente Pulvirenti si presenta all'Ardenza con 0 punti in classifica, vorrà uscire dalla crisi ? Ed il Livorno sul terreno amico saprà far dimenticare la sconfitta con la Roma dell'esordio ?
Pronti via ed occasione colossale del Catania che non riesce a segnare da pochi passi con Bergessio,   e che pare poter aver la meglio nella zona mediana del campo. I fraseggi della colonia argentina sbarcata in Sicilia stordiscono i giocatori amaranto che non riescono a proporsi come vorrebbero sulle fasce né con Schiattarella a destra, né con un oltremodo timido Mbaye a sinistra.
La partita è bruttina, tanti errori in appoggio per entrambe le squadre, molti falli a spezzettare il gioco poi non aiutano il decollo del match. Solo uno sporadico episodio può sbloccare l'incontro. E questo si materializza con un errore di Andujar e Bellusci che lisciano il pallone su lancio lungo dalle retrovie amaranto, permettendo al velocissimo Emeghara di trovare la porta da posizione defilata con salvataggio sulla riga di Spolli ad evitare il vantaggio del Livorno. Nessun altro sussulto e squadre negli spogliatoi a riflettere. [continua ...]

 

Ripresa che appare quantomeno più divertente con rapidi cambi di fronte e con occasioni da rete da una parte e dall'altra. E' prima Bardi a compiere un autentico miracolo riuscendo con un colpo di reni a cambiare direzione in tuffo per bloccare con una mano un tiro da fuori area che deviato stava per spiazzarlo. E'poi Paulinho al termine di un'azione convulsa seguente ad una punizione dal limite di Emerson, a trovare la coordinazione giusta per un tiro al volo sottomisura che deviato sbatte sul palo. E' solo il preludio al gol, che viene segnato dallo stesso Paulinho al termine di una splendida azione marchio di fabbrica della squadra di Nicola. Abile ripartenza nella zona centrale del campo con apertura sulla destra a Schiattarella che di prima rimette un pallone basso a centro area dove si avventa il centravanti brasiliano che fulmina il portiere del Catania per il parziale 1-0.
Passano pochi minuti e fotocopia del primo tempo su lancio lungo da dietro scatta Emeghara che complice un pasticcio tra Andujar e Spolli si trova a porta vuota ma defilato, tocca per l'accorrente Paulinho che mette a sedere Bellusci e trova l'angolo giusto per il definitivo 2-0.
Il Catania prova a reagire con Leto e Maxi Lopez, ma sembra che ognuno giochi per sé e davvero in pochi per Maran, che sicuramente non passerà una buona nottata.
Con le sole forze individuali (che non sarebbero poche) gli ospiti riescono a rendersi lo stesso pericolosi in due occasioni, colpendo una traversa con una spettacolare rovesciata di Bergessio e non trovando con lo stesso attaccante la porta dall'area piccola. Troppo poco per mettere paura ad un Livorno grintoso, coriaceo, non bello ma concreto con un Paulinho in splendida forma, un bip-bip Emeghara sempre pericoloso ed un Greco uomo ovunque migliori in campo, insieme al portierino Bardi che sicuramente l'Inter, ne siamo certi, farà rientrare molto presto all'ovile.

 

Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Settembre 2013 19:10
 

Tabellini 2017/18

Livorno - Gavorrano 2 - 1 -
Prato - Livorno 1 - 1 -
Livorno - Lucchese 3 - 0 -
Alessandria - Livorno 0 - 3 -
Livorno - Pistoiese 2 - 0 -
Pontedera - Livorno 2 - 3 -
Livorno - (Riposa) - -
Livorno - Arezzo 1 - 1 -
Cuneo - Livorno 0 - 4 -
Livorno - Giana 2 - 1 -
Livorno - Pro Piacenza 3 - 0 -
Siena - Livorno 1 - 2 -
Livorno - Viterbese 3 - 0 -
Monza - Livorno 1 - 1 -
Livorno - Olbia 2 - 1 -
Pisa - Livorno - -
Livorno - Arzachena - -
Carrarese - Livorno - -
Livorno - Piacenza - -

Accadde Oggi

1929/30 Serie: A
Pro Patria-Livorno: 5-0
1940/41 Serie: A
Livorno-Genoa: 2-2
1946/47 Serie: A
Livorno-Bologna: 1-1
1957/58 Serie: C
Livorno-Reggina: 1-0
1963/64 Serie: C
Lucchese-Livorno: 1-1
1968/69 Serie: B
Livorno-Padova: 2-3
1974/75 Serie: C/B
Carpi-Livorno: 2-1
1985/86 Serie: C1/B
Siena-Livorno: 2-1
1991/92 Serie: Ecc
Livorno-Firenze Ovest: 3-0
2002/03 Serie: B
Lecce-Livorno: 1-0
2013/14 Serie: A
Livorno-Juventus: 0-2
QoinPro.com: Free Bitcoins every 24 hours

Ideato e realizzato da Giovanni Marino 2005
Tutto il materiale di questo sito é coperto da copyright ©. É vietata la riproduzione anche parziale. Per autorizzazioni contattare il Webmaster Powered by Joomla!. XHTML and CSS.