Saturday 15th of August 2020

Home
Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Brescia-Livorno, 2-2 PDF Print E-mail
Written by Marco Ceccarini   
Monday, 30 March 2009 19:01
There are no translations available.

Brescia – Ne’ Brescia ne’ Livorno stanno vivendo il loro momento migliore e il pareggio per 2 a 2 dello stadio Rigamonti, con le squadre che hanno offerto uno spettacolo a tratti abulico anche se ravvivato da alcuni guizzi interessanti, è lo specchio fedele di questo stato di forma. 

Caracciolo e Tavano, autori di una doppietta a testa, hanno incrementato il loro bottino nella classifica dei goleador, ma nessuna delle due squadre ha fatto quel salto in classifica che forse entrambe, alla vigilia, speravano. Per gli allenatori Sonetti ed Acori, insomma, è la strada da fare per approdare in Serie A è ancora tanta e le salite sembrano essere più delle discese.
Tuttavia, a scanso di equivoci, il Livorno ha fatto una migliore figura dei padroni di casa. Le rondinelle, dopo essersi portate subito in vantaggio, sono infatti scomparse dal campo, consentendo al Livorno prima di trovare immediatamente il pareggio e poi di ribaltare il risultato. Il demerito degli amaranto, semmai, è stato quello di non chiudere la partita una volta in vantaggio, ma questo è uno dei mali della formazione di Acori. Il quale, invece di tentare il tutto per tutto, ha invece preferito proteggere il vantaggio togliendo Diamanti e Rossini, dando così più spazio ai locali che ne hanno approfittato. Morale della favola: un inutile fallo da rigore di Emanuele Filippini ha riaperto la gara e gli uomini di Sonetti hanno potuto far vedere all’Italia calcistica che, se si impegnano, sanno fare del male. Però andiamo con ordine.

Al 1’ è andato subito in vantaggio il Brescia con Caracciolo. Possanzini ha effettuato una verticalizzazione e Caracciolo, in scivolata, ha anticipato Perticone e messo fuori gioco De Lucia insaccando in diagonale.
Ma dopo due minuti, al 3’, il Livorno ha raggiunto il pari. Tavano ha fatto letteralmente secchi due avversari e dal limite ha sparato un bolide di destro su cui l’estremo difensore del Brescia non ha potuto far nulla.
Il primo tempo, inoltre, ha visto il Livorno rendersi pericoloso in un altro paio di occasioni con Diamanti e con lo stesso Tavano, ma Viviano è stato attento a non lasciarsi sorprendere. Cosa, invece, che alla squadra amaranto è riuscita nella ripresa.
Il Livorno, difatti, è andato subito in vantaggio. Al 3’ Rossini ha crossato dalla destra e Tavano, lasciato libero in area, ha mirato di testa senza neppure dover saltare per colpire. Il raddoppio degli uomini di Acori ha quasi tramortito il Brescia che ha subito l’iniziativa degli amaranto, pericolosi ancora con Diamanti e con Pulzetti. Ma al 29’, dopo che Acori ha cambiato l’assetto della squadra, i padroni di casa hanno pareggiato. Antonio Filippini ha commesso fallo in area su Taddei e l’arbitro Tagliavento di Terni ha concesso il calcio di rigore che Caracciolo ha trasformato. A questo punto il Brescia ha preso in mano le redini del gioco. Ancora Caracciolo si è reso pericoloso, ma l’ultimo sussulto l’ha offerto il Livorno, allo scadere, con una buona conclusione di Rosi su cui Viviano è stato attento non facendosi beffare.
 

Comments
Search
Only registered users can write comments!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Last Updated on Monday, 30 March 2009 19:08
 

Ideato e realizzato da Giovanni Marino 2005
Tutto il materiale di questo sito é coperto da copyright ©. É vietata la riproduzione anche parziale. Per autorizzazioni contattare il Webmaster Powered by Joomla!. XHTML and CSS.